Il patto sul trimestre anti-inflazione, che verrà firmato il 28 settembre al MIMIT con le Associazioni aderenti della distribuzione, del commercio e dell’industria del largo consumo, prevede di offrire, dal 1° ottobre al 31 dicembre, un paniere di prodotti del carrello della spesa e di prima necessità a prezzi ribassati o calmierati, prezzi fissi e promozioni, o mediante iniziative sulla gamma di prodotti a marchio come carrelli a prezzo scontato o unico.
Il Segretario MDC FVG, Dino Durì, precisa: a pochi giorni dall’avvio del paniere non sono ancora chiari impegni, quali prodotti saranno inseriti al suo interno e soprattutto l’entità degli sconti mentre le Associazioni dei Consumatori sono assenti dal patto.
Per l’Osservatorio Prezzi del Movimento Difesa del Cittadino (MDC FVG), in queste condizioni, il paniere rischia di non apportare benefici concreti alle Famiglie in un momento in cui i prezzi di alimentari e carrello della spesa continuano a permanere molto sostenuti.
Il Pres. MDC FVG, R.G. Englaro, sottolinea: per affrontare con determinazione l’attuale crisi finanziaria, è necessario istituire una Cabina di regia governativa con tutte le Categorie economico-sociali ” in primis con i Rappresentanti dei Cittadini-consumatori” per poter adottare misure strutturali “non tampone” con la rimodulazione dell’Iva sui generi di largo consumo e la riforma delle accise e degli oneri di sistema sui beni energetici e carburanti; la costruzione di un paniere con prodotti di largo consumo vero e non si lasci invece libertà di scelta, dietro la strumentalità della libera concorrenza, alle singole Catene distributive; la costituzione dei Comitati di sorveglianza sui prezzi a livello territoriale con la partecipazione delle Associazioni dei Consumatori; il rafforzamento dei bonus (energia, gas e idrico) sia per gli utenti fragili che a basso reddito, allargandone la platea; il rinvio di un’anno della fine del mercato tutelato, prevista per il 10 gennaio 2024!.

[per il settore Luce la cessazione del regime dei prezzi regolati dall’Autorità “ARERA”, consentirà ai Consumatori di usufruire ancora nel regime Tutelato (circa un terzo del totale) scegliendo liberamente un fornitore del mercato libero e le condizioni tariffarie proposte, chi non procederà con questa scelta, si vedrà attribuire un Operatore in automatico con il Servizio a tutele graduali (STG), un regime transitorio che durerà altri 3 anni (fino al 1° aprile 2027); per il settore Gas permarrà la criticità con le dinamiche dei prezzi in corso, vista l’elevata probabilità per gli Utenti a servizio di maggior tutela di ritrovarsi con delle bollette decisamente più onerose. Nonostante per i clienti cosiddetti vulnerabili, viene salvaguardata, la possibilità di rimanere o rientrare nel mercato tutelato, la sostanza del problema rimane: attualmente la materia prima gas, nel servizio di maggior tutela, ha un prezzo di 0,40 euro al metro cubo. Se si considerano le migliori offerte dei principali Gestori, a prezzo fisso, i prezzi al metro cubo si collocano tra 0,67 e 1,55 euro al metro cubo (con una media di 1,10 euro al metro cubo). Considerando un consumo annuo per famiglia di 1400 metri cubi, l’aggravio di spesa si aggira mediamente sui +990 euro annui, a cui vanno aggiunte altre voci, che sul mercato libero hanno un costo maggiore].

lo Sportello SOS Consumer MDC FVG
resta a disposizione di tutti gli Utenti per assistenza. Per info scrivere a:
sportello-sos-consumer@mdc.fvg.it; sos@mdc.fvg.it,
e/o chiamare: Uff. 0432 490.180 r.a. Cell. 335/ 5830.536

Ct._Patto Trim. anti-Inflaz. 28.9.2023_ misura palliativa_ Osservatorio MDC FVG

Ultime notizie

Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito