Poste Italiane, dopo due anni dalla denuncia di MDC parte il Tavolo sui Fondi Immobiliari collocati dagli sportelli
 Pres. MDC FVG, Pres. R.G. Englaro:  con la nostra formale diffida ai sensi del Codice del Consumo e l’esposto alla Consob, i Rispamiatori possono contare sulle procedure di indennizzo!!

Il Pres. del Movimento Difesa del Cittadino del F.V.G (MDC FVG), Raimondo Gabriele Englaro, attraverso il proprio Centro Giuridico Regionale, 
ha il grande piacere di comunicarVi che Poste Italiane, dopo due anni dalla denuncia di MDC, parte il Tavolo sui Fondi Immobiliari collocati dagli sportelli!! 

Intervento del Movimento Difesa del Cittadino sul nuovo caso di "risparmio tradito", che vedrebbe protagonista Poste Italiane relativamente al collocamento di alcuni Fondi Comuni Immobiliari, attraverso la propria rete di Sportelli, a risparmiatori privi di un adeguato profilo di rischio.

Alla luce degli ultimi sviluppi, messi in luce anche dalla stampa nazionale, Poste Italiane sembrerebbe orientata a rivedere il pregresso rifiuto a definire le vertenze bonariamente, predisponendo finalmente una procedura di conciliazione per le migliaia di Risparmiatori coinvolti. 

Il Pres. R.G. Englaro, dichiara: “Abbiamo apprezzato questo nuovo interessamento dopo il no a ogni soluzione conciliativa a favore dei Risparmiatori formalizzatoci da Poste It. nel 2015, dopo la nostra formale diffida ai sensi del Codice del Consumo e l’esposto alla Consob!!”

Alcuni Rispamiatori avevano segnalato all’associazione già nel 2014 di essere stati sollecitati all’acquisto di prodotti finanziari ed assicurativi complessi e comunque con una rischiosità del tutto inadeguata al proprio profilo di rischio. Tanti coloro che hanno subito perdite rilevanti del capitale investito!!.

Il Movimento Difesa del Cittadino ricorda, infine, quanto emerso nell’ambito del Procedimento avviato dalla Consob (n. 20638/14): “le verifiche condotte hanno evidenziato che la società si avvale, nello svolgimento dei servizi di investimento, di meccanismi di pianificazione commerciale e di incentivazione del personale fondati sul perseguimento di specifici interessi ‘di business’ (prevalentemente declinati in termini di redditività) che, affiancati da rilevanti pressioni gerarchiche a tutti i livelli della struttura organizzativa, hanno determinato a valle del processo distributivo significative distorsioni nella relazione con la clientela”.


MDC FVG resta a disposizione di tutti gli Utenti del FVG per assistenza. Per info scrivere a >>    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  Tel 0432 490.180 r.a. -  Cell. 335 5830536

In allegato, PDF comunicato stampa.