Informativa ai Risparmiatori ex soci prestatori e azionisti COOPCA 

 

Con la presente, si informano gli Associati-assistiti che, la prossima udienza fissata al 29.11.2019 sia riservata alla decisione in merito alle istanze istruttorie, testimoniali e documentali, richieste dalle Parti all'udienza del 15.10. u.s. nonchè alla predisposizione di un calendario per l'escussione dei Testimoni che verranno ammessi. 

Evidenziamo, inoltre, come il Collegio abbia rigettato la nuova richiesta di citazione dei Responsabili civili (Regione Fvg in primis), richiamandosi alla motivazione già espressa in precedenza dal Gup sul punto (che sostanzialmente evidenziava come il responsabile civile debba individuarsi in un soggetto che sia chiamato dalla legge a rispondere per l'illecito commesso dell'imputato e non in colui che potrebbe essere chiamato a rispondere per un'eventuale responsabilità propria). 

A tal riguardo, alleghiamo un modello di comunicazione da inoltrare alla Regione Friuli Venenzia Giulia per la richiesta di risarcimento del danno da parte dei soci. 

Da ultimo, per quanto attiene il fondo regionale incrementato di un ulteriore milione di euro nella prossima Stabilità 2020, istituito l'anno scorso a favore dei soci CoopCa e Coop Operaie, sarà monitorato dalla scrivente l'intervento normativo specifico con cui disciplinare il fondo e la distribuzione delle risorse. 

Contiamo di favorire un rapporto costruttivo con il Presidente Fedriga e l'Assessore alle Finanze Zilli, cosicché da rendere la legge il più aderente possibile alle Vostre esigenze, la cui norma che disciplinerà il fondo, preveda procedure più snelle per favorire i beneficiari in considerazione dell'età avanzata di molti di loro. 

Quindi, bisogna attendere le prossime convocazioni in Regione Fvg, finalizzate a poter co-definire la gestione della fase esecutiva del fondo. 

 

Per eventuali quesiti inerenti la presente comunicazione potrete contattarci allo Sportello Assistenza FIR scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Uff. 0432 490180 r.a. - 0432 545255 dir. Mob. 335 5830536 – 338 2086200 – 347 8624225 

 

Lettera risarcimento Coopca

 

Informativa ai Risparmiatori ex soci Popolare di Vicenza e Veneto Banca 

 

ASSISTENZA AL FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI 

 

Con la presente, si informa che, in seguito alle numerose istanze inoltrate al MEF ed alla Consap, grazie agli emendamenti presentati alla Legge di Bilancio 2020, con l'approvazione del Governo, saranno prorogati i termini di presentazione delle domande di accesso al FIR al 18/04/2020; pertanto, anche per coloro i quali, a tutt'oggi, non è stata istruita la propria pratica, vi sono i termini per poter pianificare un'appuntamento presso il ns. Sportello FIR, volto a redigere la modulistica e raccogliere la documentazione nonché a predisporre il caricamento della domanda sul portale Consap. 

Si ricorda, che le disposizioni della Legge di Bilancio n.145/2018, e s.m.i., permettono di ottenere un ristoro pari al 30% di quanto investito in azioni, nonché il 95% del prezzo pagato per le obbligazioni subordinate. 

Si precisa altresì, che la Commissione Finanze del Governo ha confermato che ci sarà la possibilità di inserire l'Affrancamento ( ovvero le tasse anticipatamente pagate sulle plusvalenze maturate e mai percepite) per gli indennizzi! ( il dettato normativo faceva riferimento ai soli oneri fiscali inclusi nel costo di acquisto degli strumenti finanziari). 

Per quanto attiene la Documentazione richiesta a Banca Intesa SanPaolo, qualora siano trascorsi infruttuosamente 30 gg. indicati dalla norma, siete pregati di inviarci copia della modulo consegnato alla Filiale, debitamente timbrato con data di ricezione, per consentirci di trasmettere una intimazione-diffida all'Ufficio Reclami dello stesso Istituto e per conoscenza al MEF e Banca d'Italia, contestando il ritardo maturato e preannunciando, entro 10 gg., la presentazione di ricorso per decreto ingiuntivo di consegna! 

In relazione all’inserimento dei concetti di “prezzo medio di carico fiscale” e “costo totale di acquisto/controvalore”, in contraddittorio con gli istituti di credito interessati dalla vicenda che ci occupa, è stato ritenuto necessario ed opportuno allineare quanto risulta dal dettato normativo (costo di acquisto) rispetto alla documentazione in concreto producibile dalle banche ai risparmiatori che ne facciano richiesta. 

L’utilizzo di un valore medio di carico, pur non essendo normativamente previsto risponde ad una soluzione di sintesi al fine di uniformare valori eterogenei e multipli per lo stesso strumento finanziario. 

Quindi, nei casi in cui i Rispamiatori abbiano acquistato (e/o venduto) le azioni in diverse tranche nel corso degli anni, verrà applicato il prezzo, alla luce della documentazione bancaria allegata a corredo della domanda, nonchè della ulteriore documentazione che eventualmente potrebbe essere acquisita presso i soggetti a vario titolo coinvolti per la definizione dell’istruttoria. 

Per quanto attiene il II° binarioquello di tipo arbitrale”, ad oggi, la Commissione Tecnica non ha stilato un elenco di possibili violazioni, ivi comprese, dunque, quelle ai fini della tipizzazione in materia di aggiotaggiofalso in bilancio o falso in prospetto”, ha precisato quale sia la documentazione attestante le violazioni massive del T.U.F. da allegare alla domanda di accesso al FIR al fine di dimostrare il nesso di causalità tra le violazioni poste in essere dalla banca ed il danno subito dall’avente diritto. 

Abbiamo sollecitato al MEF le fattispecie di violazioni massive individuate dal D.M. 10.05.2019, peraltro in modo non tassativo, e non tipizzate dalla Commissione Tecnica, la quale dovrà necessariamente, in tempi brevi, integrare, per quanto di competenza, la casistica elencata, considerato l'onere della prova a carico dell'istante!. 

Da ultimo, è stata prevista la norma “anti elusione del I° binari(procedura semplificata-agevolata)”, per quanto attiene la Donazione di azioni: per chi ha donato le azioni dopo l'entrata in vigore della legge sul FIR, i diritti del donatore si agganciano al ricevente, impedendo a coloro che non hanno i requisiti stabiliti per reddito imponibile o patrimonio mobiliare finanziario di baippasarli cedendo le quote a figli e/o nipoti per farli rientrare nei canali dell'indennizzo diretto! 

 

PER EVENTUALI QUESITI INERENTI LA PRESENTE COMUNICAZIONE POTRETE CONTATTARCI ALLO SPORTELLO ASSISTENZA FIR scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Uff. 0432 490180 r.a. - 0432 545255 dir. Mob. 335 5830536 – 338 2086200 – 347 8624225 

 

N.B. Al fine di rendere efficiente il servizio di istruttoria delle singole pratiche, la Segreteria MDC FVG pianificherà il ricevimento dei Rispamiatori -su Appuntamento pre-ordinato- ex-post la compilazione dei singoli moduli forniti a ciascun richiedente 

 

Modulo richiesta documentazione FIR per titoli acquistati per successione

Modulo richiesta FIR 

 

Presentazione Domanda al FIR_MDC FVG: Non è una corsa contro il tempo!

 


Un'esortazione alle migliaia di Rispamiatori friulani_Pres. R.G. Englaro: Diffidate da quegli Operatori che pretendono il compenso o contributo anticipato e/o che non sono qualificati sul piano tributario-giuridico!!
La ns. associazione, garantendo predisposizione-gestione delle singole domande con l'ausilio dei propri qualificati OPERATORI GIURIDICI MDC FVG, competenti in materia, permetterà di evitare errori tali da pregiudicare il buon esito della domanda di indennizzo (sic!)


Dallo scorso giugno sono molteplici le richieste di chiarimenti rivolte agli sportelli del MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO FVG ( MDC MDC)
da parte dei Cittadini friulani che hanno diritto di accedere al Fondo Indennizzo Risparmiatori che rimborsa i Risparmiatori defraudati dalle Banche.

Molte richieste riguardano i tempi di presentazione della domanda.


MDC FVG ha chiarito che le domande possono essere presentate fino al 18 febbraio 2020 e che non c’è particolare impellenza!.
Infatti, la Commissione Tecnica CONSAP deve ricevere tutte le domande e predisporre un elenco degli aventi diritto secondo le priorità indicate nel decreto (che prevede una procedura agevolata per chi possiede particolari requisiti).
Per i rimborsi si dovrà comunque attendere che dopo la scadenza a febbraio 2020, i Commissari predispongano il piano di riparto, secondo le priorità sostanziali e non temporali, dunque l’ordine cronologico di presentazione delle domande non avrà particolare importanza.


Criticità Portale CONSAP
E’ convocato per Lunedì 16 settembre, presso la sede di Consap (Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici) a Roma, l’incontro  con la Segreteria tecnica del FIR,  che dovrebbe superare – nelle intenzioni – le difficoltà che i Risparmiatori stanno incontrando nel presentare per via informatica la domanda di accesso al Fondo Indennizzo Risparmiatori (Fir). L’obiettivo è avviare un «dialogo propositivo» dopo le proteste e i reclami sollevati per conto dei Risparmiatori, che hanno trovato notevoli problemi di compilazione sulla piattaforma informatica, ritenuta troppo complicata. Il Portale Consap è gravato da diverse criticità e la procedura non ammette errori ed integrazioni successive, altrimenti si viene esclusi, per questo abbiamo sospeso l’inserimento delle istruttorie nei casi dubbi!.

Diffidate da quegli Operatori che pretendono il compenso o contributo anticipato e/o che non sono qualificati sul piano tributario-giuridico!!
Il Movimento Difesa del Cittadino FVG ribadisce, quale associazione autonoma ed indipendente da sindacati, partiti, fondazioni e/o multinazionali, di non percepire alcun contributo o sostegno da Enti Pubblici o Privati ( vedasi il recente fondo di oltre 1 milione di euro che la Regione Veneto ha destinato a 8 Associazioni del proprio territorio che si stanno occupando dell'assistenza ai Risparmiatori!!!...) ed in considerazione del fatto che, la predisposizione e gestione delle singole domande verrà fornito a tutti i propri associati con l'ausilio dei propri qualificati OPERATORI GIURIDICI MDC FVG, competenti in materia, permetterà di evitare errori tali da pregiudicare il buon esito della domanda di indennizzo, con costante monitoraggio della singola posizione nell’arco triennale in cui il Fondo è destinato ad operare, il contributo unatantum subordinato all'ottenimento dell'indennizzo è stato determinato in via equa e ponderata.

MDC FVG  ha formulato a tale proposito un Decalogo operativo - Vademecum nel quale raccoglie le risposte ai dubbi più frequenti, consentendo l'accesso al sito www.mdc.fvg.it.



Attenzione alla documentazione da presentare
MDC FVG  suggerisce di partire dalla raccolta della documentazione, elencata in modo dettagliato nel Decalogo operativo;in particolare chi ha già ricevuto rimborsi in precedenza dovrà dichiararlo e produrre documentazione specifica.


Una procedura agevolata è prevista per chi autocertifica di avere un patrimonio mobiliare finanziario di proprietà al 31 dicembre 2018 di valore inferiore a 100.000 euro o un reddito imponibile inferiore a 35.000 euro nell’anno 2018.

 

Per eventuali quesiti i Risparmiatori potranno contattare lo Sportello Assistenza FIR:

scrivendo  a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Uff.  0432 490180 r.a. - 0432 545255 dir.

Mob. 335 5830536 – 338 2086200 – 347 8624225

Informativa ai Risparmiatori ex soci Popolare di Vicenza e Veneto Banca
CONSAP a MDC FVG_entro 10 gg.( dal 18/10 c.a.)  nuove schede semplificate sul Portale FIR
ed accordo siglato con Intesa Sanpaolo per ricezione documentazione storica titoli azionari ed obbligazionari_
Sportello Assistenza FIR - dal Lun. al Sab. matt. - a disposizione dei Rispamiatori per istruire le domande
                  R.G. Englaro: dopo una fruttuosa e costruttiva collaborazione con la Segreteria Tecnica FIR CONSAP
abbiamo altresì rimarcato al Sottosegretario al MEF, Alessio Villarosa, la necessità di prorogare la scadenza dei 180 gg.
di almeno 1 mese ( in specie per la procedura di tipo arbitrale) e sollecitato un'intervento diretto alla Commissione UE sull'innalzamento del tetto dei rimborsi diretti
da 100mila a 200mila euri e l'ottenimento dei rimborsi al 100%, vista la capienza triennale del fondo istituito!            

il 07 u.s. sera, a sèguito di alcune comunicazioni inoltrate, negli ultimi 10 gg.,  dalla Segreteria MDC FVG alla CONSAP , una Funzionaria della Segreteria Tecnica Consap
Servizio Fondo Indennizzo Risparmiatori - FIR  ha comunicato al ns. Resp.le del settore Risparmio, A. Atzori, che entro 10 gg. ( dal 18  Ottobre c.a.) verranno apportate delle modifiche al Portale con l'inserimento di schede semplificate e separate "Azioni da Obbligazioni"" per agevolare l'inserimento diretto dei dati richiesti, peraltro corrispondenti alla documentazione concordata -nei gg. scorsi- con la stessa Direzione generale INTESA SANPAOLO, il quale Istituto si è impegnato a fornire ai Richiedenti, tramite la Task Force istituita con 80 Operatori dedicati, l'Estratto di posizione azionaria a libro soci, gli Estratti conto deposito Titoli ed il Certificato di Continuato possesso ( cosicchè da evitare
discordanze tra i dati richiesti dalla Consap e quelli forniti sino ad ora dalla Banca)!
 
Il Pres. di MDC FVG, R.G. Englaro: "Abbiamo accolto con favore la pronta risposta della Segreteria Tecnica FIR Consap, la quale ha recepito integralmente le istanze scritte
rivoltele in queste settimane, per consentire un'accelerazione del caricamento delle centinaia di pratiche istruite, nonchè siamo fiduciosi nell'ottenimento della proroga dei termini di presentazione di almeno 1 mese, in specie per la procedura di tipo arbitrale che necessita della definizione della tipizzazione relativa all'aggiotaggio "falso in bilancio o falso in prospetto ( molto indagini sono in corso)" sopratutto la documentazione da allegare,  attestante le violazioni massive del T.U.F. che hanno causato un pregiudizio ingiusto
agli aventi diritto da parte delle banche in liquidazione, per poter dimostrare il nesso di causalità fra la violazione del Tuf da parte della banca e il danno subito ( mentre è pacifica per le restanti 5 tipizzazioni realtive a " Non trasparenza per informazione non idonea" , " Operazioni Baciate con acquisti imposti di titoli", " Profilatura carente per incongruo su età o patrimoni", " Variazione del profilo con cambio prima della vendita o collocamento dei titoli", "Disinvestimenti con vendita di titoli di altra banca"!;

auspichiamo altresì che il richiesto intervento del sottosegretario Alessio Villarosa -nei confronti della Commissione UE-  possa generare una risposta positiva
sull'innalzamento del tetto dei rimborsi diretti da 100mila a 200mila euri e l'ottenimento dei rimborsi al 100%, vista la capienza triennale del fondo istituito!

Da ultimo, MDC FVG  ricorda ai Risparmiatori che è garantito -dal Lunedì al Sabato mattino-  il servizio di ricevimento - su appuntamento - allo

 

Sportello Assistenza FIR di Viale Tricesimo 123 a Udine scrivendo  a: sportello-assistenza-fir@mdc.fvg.it 

Uff.  0432 490180 r.a. - 0432 545255 dir.

Mob. 335 5830536 – 338 2086200 – 347 8624225

Informativa ai Risparmiatori ex soci Popolare di Vicenza e Veneto Banca 
 

"MDC FVG ha ottenuto -nel pom. od.- dalla Commissione Tecnica CONSAP la semplificazione del MODULO di Delega dei Risparmiatori alle Associazioni per la Domanda al Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR), il quale non necessita più della firma autenticata!" 

Istruzioni in caso di dilazioni temporali da parte degli Istituti di Credito  
 

 
Nei gg. scorsi, dozzine di Risparmiatori si sono rivolti ai propri Comuni di residenza per ottenere l'autentica della firma per poter fornire la delega alla ns. Associazione ma senza esito positivo in quanto i Funzionari dei Servizi Demografici attenendosi in forma rigidaa quanto dispone la Lg. 445, ossia che le deleghe per la rappresentanza volontaria e procure speciali sono di competenza unicamentedei Notai (sic!); consultati i Funzionari della Consap, quest'ultimi ci hanno evidenziato che questa situazione si è venuta a creare solo nella ns. Regione (sic!); allo scopo il MOVIMENTO DIFESA DEL CITTADINO F.V.G. ha rivolto, Lun. 02 u.s., alla Consap la necessità di superare tempestivamente questa impasse che avrebbe gravato un'ulteriore fardello ai Risparmiatori già esausti e snervati dalla raccolta degli atti documentali, per i quali gli Istituti di Credito stanno creando ulteriori difficoltà in quanto riferiscono agli Istanti che per ottenere determinati dati si renderanno necessarie tempistiche di molti mesi (sic!); a tal proposito, nel pom. od., la SegreteriaTecnica CONSAP ci ha comunicato in anteprima che la Commissione Tecnica ha accolto la ns. richiesta e deliberato che la delega per la rappresentanza volontaria, che i Risparmiatori potranno conferire alla propria associazione, non necessita più della firma autenticata!! 

A tal riguardo abbiamo predisposto un nuovo testo semplificato: delega rappresentanza volontaria MDC FVG. 

Si rende opportuno evidenziare che i Risparmiatori possono trovare in:

i moduli specifici da presentare agli stessi Istituti bancari i quali dovranno inderogabilmente fornire agli istanti gli indicatori entro 30 gg. dalla presentazione della richiesta, diversamente dovranno farsi motivare per iscritto le motivazioni ostative che impediscono il rispetto del lasso temporale dettato dal DM. 

MDC FVG si attiverà per intimare agli stessi Istituti di credito l'assolvimento del proprio compito per consentire ai Risparmiatori defraudati e depauperati di ottenere quanto prima possibile l'indennizzo di spettanza!!    
I tempi di presentazione della domanda prevedono la scadenza del 18 febbraio 2020 e non è una corsa contro il tempo. Infatti, la Commissione tecnica deve ricevere tutte le  domande e predisporre un elenco degli aventi diritto secondo le priorità indicate nel decreto (che prevede una procedura agevolata per chi possiede particolari requisiti). Per i rimborsi si dovrà comunque attendere che dopo la scadenza a febbraio 2020, i Commissari predispongano il piano di riparto, secondo le priorità sostanziali e non temporali, dunque l’ordine cronologico di presentazione delle domande non avrà particolare importanza!!. 
Da ultimo, si evidenzia che, per agevolare i singoli Richiedenti rispetto alla propria posizione in relazione al reddito individuale e al patrimonio mobiliare finanziario, si allegano i files in versione "doc" affinchè possano essere personalizzati senza doverli riscrivere:

 

Per eventuali quesiti i Risparmiatori potranno contattare lo Sportello Assistenza FIR: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 

Uff.  0432 490180 r.a. - 0432 545255 dir.  

Mob. 335 5830536 – 338 2086200 – 347 8624225