Fondo governativo di ristoro ai Rispamiatori defraudati dalle Popolari Venete.

Movimento Difesa del Cittadino FVG ( MDC FVG): coloro i quali hanno aderito ad un'azione collettiva risarcitoria -vedasi gli associati MDC- verranno inseriti digitalmente con presentazione cumulativa.

                           

Siamo ad aggiornare Tutti i Risparmiatori friulani, defraudati e depauperati da BPVi e VB, i contenuti salienti dell' incontro intercorso il g. 27 u.s., al MEF, con il sottosegretario Alessio Vallerosa, posto che, numerosi Risparmiatori, in questi 2 gg., ci hanno sottoposto alcuni quesiti/perplessità/scetticismi/prevenienze varie, in particolare dopo aver ascoltato in Tv e/o letto alcuni articoli di quotidiani vari, anche locali, che hanno ingenerato ulteriori dubbi interpretativi:

Premesso che, tra i 76 proposte/emendamenti all'art.38 capo III° Lg. di Bilancio 2019, in attesa del prossimo incontro collegiale al MEF, per definire le modalità ed i criteri di accreditamento dei risparmiatori al fondo di ristoro governativo, stabilita la forma di indennizzo diretto forfettario per non incappare nelle more della normativa comunitaria Ue (configurabile sotto forma di aiuto di Stato), si sono definiti i seguenti aspetti di merito:   

 

  1. ulteriore posticipazione al 30/09/2019 della scadenza di presentazione della istanza per dare più tempo ai poveri Risparmiatori anziani 
  2. Cancellazione del tetto di rimborso di 100mila €. (troppo conservativa per detentori di az. BPVi e VB) Oltremodo è praticabile e condivisibile!
  3. Risarcimenti di almeno il 80% + il 15 % per i capitali investiti in obbligazioni (bond) anche per istanze respinte da ACF con  ri-ammissione, ancorché se acquistati da Intermediari ( Mercato secondario)
  4. stanziamento di 1,575 Mld €. dal '19 al '21 con un potenziale rifinanziamento di ulteriore 1 Mld dal bilancio 2020 permettendo!!! Ri-confermata l'aliquota del 30% a titolo di acconto potenzialmente incrementato su base risorse disponibili con inclusione al riparto anche per Transati qualificati postergati!
  5. la gestione avverrà con ausilio ACF della Consob! 
  6. E' stato acclarato che viene estesa la platea dei destinatari a  quei Risparmiatori che non abbiano sottoscritto le azioni in sede di collocamento e quindi di aumento di capitale, ma a seguito di operazioni di negoziazione! 
  7. Semplificazione istanza del Rispamiatore: Misseling + Violazioni penali varie rimesse ad Organismo prescelto per ricezione acquisizione documenti che asseverino pratiche cattiva vendita 
  8. l'indennizzo forfettario del 30% verrà applicato sul valore delle azioni al 31/12/'14 data di ultima certificazione legale (come abbiamo sino ad ora riferito agli interessati), resta da decidere il metodo di valutazione del patrimonio da ristorare in rapporto al valore del titolo “vi sono delle riserve da parte del Direttore generale del MEF sul sovrapprezzo del valore del titolo gonfiato dalle Pop. Venete" con un possibile opzione alla media del prezzo di carico del titolo per ciascun risparmiatore!
  9. l'ordine di assegnazione del ristoro ai singoli istanti avverrà per cronologia temporale di presentazione delle singole domande  con anteposizione dei Risparmiatori sulla base del proprio Isee  
  10. in fase di valutazione del Governo di demandare ad AA.CC. Raccolta documentazione da presentare in forma collettiva-cumulativa per coloro i quali non hanno aderito ad un'azione collettiva risarcitoria ( vedasi gli associati MDC che verranno inseriti con presentazione cumulativa) !!  
  11. da definirsi, per soggetti giuridici SNC/SAS/ SRL/SPA  “equiparati ad Operatori qualificati No Retail” senza oggetto finanziario,  la possibilità di accedervi  solo con un fatturato/ricavi “contenuti” !  
  12. ribadito che il Misselling "ossia la vendita fraudolenta dei titoli" cioè procedura in ACF, l'onere probatorio a carico del Risparmiatore verrà rovesciato alla Banca in liquidazione;
  13. ri-confermata l'Eliminazione della rinuncia alle azioni intraprese o da intraprendere con la sola riduzione del credito pari a quanto ricevuto dal fondo. 

Non dovrà essere richiesta alcuna quietanza liberatoria che possa pregiudicare la contestuale azione di responsabilità nei confronti delle due Banche venete, ossia vs gli ex Amm.ri p.t., Sindaci, Revisori, Società di Certificazione, Funzionari Consb e Vigilanza Banca d'Italia ( vedasi le ns. azioni collettive risarcitorie pendenti presso i Tribunali di Vicenza e Treviso)!

Il Resp.le del settore Risparmio di MDC FVG, Agostino Atzori: "Per quanto tutto su esplicitato, abbiamo ottenuto sincere rassicurazioni "a voce" dal sottosegretario Vallerosa. Attendiamo, dunque, le bozze degli emendamenti!."

Pertanto, invitiamo Tutti coloro che, ad oggi, non hanno ancora assunto una posizione nei confronti dei Resp.li dei disastri bancari, di contattare la ns. segreteria reg.le per una consulenza gratuita sulla propria pratica.

 

MDC FVG resta a disposizione di tutti gli ex Soci BPVi e VB per assistenza. 

Per info scrivere a >>  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Tel 0432 490.180 r.a.  - Cell. 335 5830.536 - Cell. 347 8624.225