Il Movimento Difesa del Cittadino F.V.G., comunica a Tutti i Rispamiatori coinvolti nell’operazione " baciata" di acquisto finanziato conclusa illo tempore con BPVi, ( ed il proprio nome viene menzionato espressamente tra i soggetti finanziati per l’acquisto di capitale ex post denuncia-esposto presso la Procura della Rep. di Udine) ) la cui natura  è stata confermata dalla relazione tecnica dei consulenti della Procura della Repubblica di Vicenza nei confronti dei sig.ri Giovanni Zonin e altri,

in ragione dell’orientamento espresso dal Tribunale di Venezia, favorevole alla dichiarazione di nullità delle operazioni “baciate” ai sensi dell’art. 2358 cod. civ., la determinazione del proprio Centro Giuridico di avviare una controversia

nei confronti della procedura di liquidazione coatta di BPVi dinanzi alla Sezione Imprese del Tribunale di Venezia, così da ottenere lo stralcio del debito di ciascun Risparmiatore nei confronti dell’Istituto

(limitatamente all’importo utilizzato per l’acquisto dei prodotti finanziari).

Il Pres. reg.le MDC FVG, R.G. Englaro: restiamo a disposizione di Tutti coloro che sono stati coinvolti nell'operazione "baciata" ed a tal fine, si rende necessario acquisire la documentazione di ogni singolo risparmiatore coinvolto
 
nell'adesione all’AUCAP 2013/2014 con relativi importi in azioni/obbligazioni;

alla luce della ricostruzione di cui sopra, dovranno essere esaminati gli estratti di conto corrente più recenti che sono stati inviati per comprendere se ad oggi il debito è stato ceduto a SGA o ad Intesa;

chi sono i bancari che hanno proposto l’operazione e qual'è  stato lo svolgimento dei fatti nel dettaglio (incontri, telefonate, rassicurazioni, come si sarebbe dovuta chiudere l’operazione, etc.).

Il tempo di prevedibile durata della controversia è di circa due anni e per aderire all'azione è necessario associarsi a MDC e sostenere il versamento del contributo unificato per l’iscrizione a ruolo della causa.
 
Oltremodo, si precisa che, la delibera sulle Tipizzazioni (F.I.R.), considera casi da rimborsare al 30% anche le “baciate”: sia “dirette” ( i finanziamenti per acquistare azioni) che “inverse”,
ovvero gli scoperti di conto corrente a tassi di favore per sostituire la mancata vendita delle azioni, ora chiesti indietro a tassi a doppia cifra da Intesa!

Si precisa al riguardo, che la richiesta al FIR non è incompatibile con la causa per la nullità dell'operazione baciata, giacchè si può specificare nella richiesta che la medesima è condizionata all'esito della causa:
in caso di vittoria giudiziaria il rimborso và restituito ( l'indicazione vale sia per chi ha già promosso una causa, sia per chi vuole lasciarsi aperta la possibilità)!
 

 PER EVENTUALI QUESITI  POTRETE CONTATTARCI ALLO SPORTELLO ASSISTENZA Azionisti Pop. Venete:

scrivendo a: assistenza-azionisti-pop-Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

                                                                                                                                                                                                                  Uff.  0432 490180 r.a. - 0432 545255 dir.

                    Mob. 335 5830536 – 338 2086200 – 347 8624225