Il regolamento europeo sui pagamenti con carta, approvato ieri, farà risparmiare 700 milioni di euro ai consumatori e quasi 7 miliardi ai commercianti. Queste le stime della Commissione UE sull’entrata in vigore del tetto unico alle commissioni bancarie. “Si tratta di un bluff – ha commentato il presidente di IEPC, Longo – Come più volte sottolineato, il tetto unico alle commissioni potrebbe provocare l’incremento delle spese per i possessori di carte: le banche, per fronteggiare i mancati ricavi, potrebbero aumentare i canoni annui”.

“Un provvedimento che avrebbe dovuto favorire l’uso della moneta elettronica, la tracciabilità dei pagamenti e la lotta al sommerso, rischia quindi di diventare un boomerang. Con buona pace dei commercianti, i soli che guadagneranno dalla nuova legge, ricorda Longo, atteso che I-Com (Istituto per la Competitività) ha evidenziato che in Stati Uniti, Australia e Spagna – Paesi in cui sono stati presi provvedimenti simili al Regolmento UE – non solo i commercianti non hanno abbassato di un centesimo i prezzi, ma sono aumentate le spese per i possessori di carte.

In Spagna, unico Paese europeo ad aver abbassato le commissioni tra il 2006 e il 2010, si sono verificati gli effetti peggiori: come si legge nel paper di I-Com, “i consumatori spagnoli hanno addirittura scelto di prelevare più contante dagli ATM piuttosto che continuare a pagare con carte”. In quel Paese, infatti, il valore medio del prelievo è cresciuto dell’1,44%, mentre è parallelamente diminuita la domanda di carte dell’1,04.

Sempre in Spagna, uno studio delle Università di Madrid, Rey Juan Carlos e UNED, ha dimostrato che i consumatori sono stati costretti a sostenere spese extra, pari a oltre 2.350 miliardi di euro, mentre i commercianti hanno risparmiato quasi 2.800 miliardi di euro nel periodo di validità della legge.

“L’opposto di quanto l’UE si propone con il Regolamento votato ieri” denuncia il Pres. IEPC.

Ultime notizie

Movimento Difesa del Cittadino – Friuli Venezia Giulia valuta in maniera estremamente negativa il tentativo da parte di Sparkasse di…

Continua a leggere

Gentilissima/o Associata/o e Simpatizzante, Ti chiediamo la Tua collaborazione per partecipare a un sondaggio promosso insieme alla Banca d’Italia. Attraverso…

Continua a leggere

Premesso che, i ns. Legali sono intervenuti nei giudizi di responsabilità promossi avanti al Tribunale di Venezia nei confronti di…

Continua a leggere
Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito