“Per il momento, la sperimentazione animale continua ad essere importante per tutelare la salute umana e animale e l’integrità dell’ambiente”: è quanto risponde la Commissione europea alla petizione popolare che chiedeva di bandire la vivisezione dall’Unione europea entro il 2020. L’iniziativa dei Cittadini “Stop Vivisection” è stata presentata alla Commissione il 3 marzo di quest’anno con 1,17 milioni di firme. La comunicazione di risposta è arrivata oggi!

La Commissione europea “condivide pienamente nel merito l’iniziativa dei Cittadini, ossia l’abolizione graduale della sperimentazione sugli animali in Europa, ma non condivide l’approccio proposto per raggiungere questo obiettivo”!!.

L’iniziativa dei Cittadini chiede l’abrogazione della direttiva 2010/63/UE e l’adozione di un nuovo quadro legislativo che abolisca completamente gli esperimenti sugli animali entro il 2020. Nella sua comunicazione, la Commissione “accoglie con favore la mobilitazione dei cittadini europei a sostegno del benessere degli animali” ma allo stesso tempo afferma di non voler presentare una proposta di abrogazione della direttiva. “L’iniziativa dei Cittadini ha offerto l’opportunità di esaminare in modo critico quali sforzi in più l’UE debba compiere per prescindere dall’uso degli animali nella ricerca e nella sperimentazione”, si legge nella risposta della Commissione; questa però “sottolinea che, per il momento, la sperimentazione animale continua ad essere importante per tutelare la salute umana e animale e l’integrità dell’ambiente. Mentre ci si adopera per sostituire completamente gli animali con altri metodi, che è l’obiettivo di fondo della direttiva 2010/63/UE, quest’ultima è uno strumento indispensabile a livello dell’UE per tutelare gli animali ancora necessari”. La Commissione “non intende pertanto presentare una proposta di abrogazione della direttiva 2010/63/UE né proporre l’adozione di un nuovo quadro legislativo”. Allo stesso tempo, prosegue la comunicazione, “riconoscendo pienamente la necessità di vedere realizzati ulteriori progressi scientifici prima che si possano trovare alternative per tutti i settori in cui ancora è praticata la sperimentazione, la Commissione intende continuare a promuovere lo sviluppo e l’attuazione di metodi alternativi, favorire la cooperazione e la condivisione delle conoscenze intersettoriali, convalidare i nuovi metodi e facilitarne il riconoscimento legale”.

Nella comunicazione adottata oggi la Commissione conferma dunque di essere convinta, al pari dei Cittadini che hanno sottoscritto l’iniziativa, che occorra gradualmente abolire la sperimentazione animale, ma “osserva – informa Bruxelles – che questo è l’obiettivo principale della normativa dell’UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici (Direttiva 2010/63/UE), che l’iniziativa chiede di abrogare; la Commissione considera invece la direttiva lo strumento legislativo giusto per realizzare gli obiettivi perseguiti dall’iniziativa e non ne proporrà quindi l’abrogazione”. Di fatto per l’Europa la sperimentazione animale è ancora necessaria. Prosegue Bruxelles: “Molti processi ed effetti fisiologici e tossicologici sono però troppo complessi per le attuali conoscenze e non si riescono ancora a studiare o valutare con metodi alternativi ai modelli animali, che continuano quindi ad essere necessari per far avanzare la ricerca e salvaguardare la salute umana, animale e dell’ambiente”.

Ultime notizie

Movimento Difesa del Cittadino – Friuli Venezia Giulia valuta in maniera estremamente negativa il tentativo da parte di Sparkasse di…

Continua a leggere

Gentilissima/o Associata/o e Simpatizzante, Ti chiediamo la Tua collaborazione per partecipare a un sondaggio promosso insieme alla Banca d’Italia. Attraverso…

Continua a leggere

Premesso che, i ns. Legali sono intervenuti nei giudizi di responsabilità promossi avanti al Tribunale di Venezia nei confronti di…

Continua a leggere
Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito