Lo spot dell’Acqua Fonte Essenziale va bloccato perché la comunicazione pubblicitaria – quell’insistere sulla capacità di “pulire il fegato” – è ingannevole. Questa la decisione presa qualche giorno fa dall’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria con una pronuncia nei confronti di Ferrarelle cui si contesta l’ingannevolezza del messaggio pubblicitario dell’acqua minerale. “Due bicchieri al giorno di benessere e leggerezza per fegato e intestino”, è il messaggio principale con cui viene pubblicizzata quest’acqua.

Nel dettaglio, il messaggio con cui viene reclamizzata l’Acqua Fonte Essenziale finito sotto i riflettori del Giurì dice che l’acqua “povera di sodio e ricca di solfati e magnesio è particolarmente indicata per pulire fino in fondo e purificare il fegato, stimolare l’intestino e favorire così una corretta evacuazione”; aggiunge che “può avere effetti lassativi ed esercitare un’azione favorevole sulle funzioni epatobiliari”; consiglia di berla “per 15 giorni consecutivi, due bicchieri ogni mattina a digiuno”. Uno spot che l’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria considera comunicazione commerciale ingannevole: «Il Giurì, esaminati gli atti e sentite le parti, dichiara che la comunicazione commerciale esaminata è in contrasto con l’art. 2 CA limitatamente all’espressione “pulire fino in fondo e purificare il fegato”, ed in questi limiti ne ordina la cessazione.»

Il Comitato di Controllo ha chiesto dunque di interrompere lo spot in onda sulle reti televisive. La notizia sulla censura dello spot è stata prontamente lanciata dal sito specializzato il Fatto Alimentare, che ripercorre brevemente la storia delle diverse acque minerali censurate dallo Iap o dall’Antitrust dal 2001 a oggi per messaggi pubblicitari ingannevoli, o troppo esagerati, o che attribuivano alle acque delle proprietà salutistiche non dimostrate attraverso un “marketing aggressivo”.

Ultime notizie

Movimento Difesa del Cittadino – Friuli Venezia Giulia valuta in maniera estremamente negativa il tentativo da parte di Sparkasse di…

Continua a leggere

Gentilissima/o Associata/o e Simpatizzante, Ti chiediamo la Tua collaborazione per partecipare a un sondaggio promosso insieme alla Banca d’Italia. Attraverso…

Continua a leggere

Premesso che, i ns. Legali sono intervenuti nei giudizi di responsabilità promossi avanti al Tribunale di Venezia nei confronti di…

Continua a leggere
Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito