Rc auto gratis per un anno se si compra un’automobile? Attenzione, perché c’è la franchigia: una parte dell’eventuale danno rimane a carico dell’assicurato in caso di danni da risarcire mentre, alla fine del contratto, spesso non si recupera più l’attestato dei bonus malus comprensivo dell’anno trascorso.

La promessa di Concessionarie e spot è “una pratica ingannevole e sleale”, denunciano le AA.CC. , che intendono rivolgersi anche all’Antitrust e all’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni.

Chi non vorrebbe avere, anche solo per un anno, la polizza Rc auto gratis?

È questo lo slogan che va per la maggiore tra concessionarie, case automobilistiche e spot ma, denunciano le due associazioni, quello che non viene detto con chiarezza è che si viene inseriti in una polizza collettiva con franchigia, quindi con una partecipazione economica dell’assicurato in caso di incidente.

Si tratta di assicurazioni ingannevoli, di pratiche sleali ai danni dei consumatori, non informati che dovranno concorrere al rischio e pagare fino ad una certa cifra in caso di danni da risarcire. Inoltre un gran numero di cittadini si sono rivolti ai nostri uffici sul territorio denunciando il comportamento delle compagnie che, alla fine dell’anno, non consentono di rientrare in possesso del proprio contratto con l’evoluzione del bonus malus corretta e comprensiva dell’anno trascorso.

Molte imprese assicurative, infatti, non intendono assicurare a franchigia o proprio non offrono nel listino questo tipo di tariffa; così il consumatore si trova nella condizione di dover rinunciare al proprio attestato bonus malus, continuando ad essere ostaggio della polizza collettiva pur non avendo compiuto una scelta consapevole.

La polizza collettiva con franchigia non è altro che la risultanza di una vendita abbinata all’auto, condotta da un bravo venditore che certamente non è iscritto al RUI (Registro Unico degli Intermediari assicurativi e riassicurativi) e non opera all’interno di un ufficio di un iscritto al RUI”.

Anche per MDC si tratta di una pratica scorretta: in attesa che si pronucino l’Ivass e l’Antitrust, nel frattempo, invitano i Consumatori a leggere con attenzione le condizioni di polizza e, se necessario,a mettersi in contatto con le sedi di MDC.

Ultime notizie

Movimento Difesa del Cittadino – Friuli Venezia Giulia valuta in maniera estremamente negativa il tentativo da parte di Sparkasse di…

Continua a leggere

Gentilissima/o Associata/o e Simpatizzante, Ti chiediamo la Tua collaborazione per partecipare a un sondaggio promosso insieme alla Banca d’Italia. Attraverso…

Continua a leggere

Premesso che, i ns. Legali sono intervenuti nei giudizi di responsabilità promossi avanti al Tribunale di Venezia nei confronti di…

Continua a leggere
Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito