Maxi multa di 700.000 euro alla Flamingo Invest per una serie di pratiche commerciali scorrette nei siti Internet di aste online al centesimo o al minimo rialzo. A seguito di inviti a partecipare a presunti sondaggio o concorsi a premi gratuiti al consumatore sono stati attivati servizi o abbonamenti non richiesti. Inoltre la società ha diffuso informazioni ingannevoli e ostacolato il diritto di recesso.

La società gestisce una serie di siti Internet di aste online al centesimo o al minimo rialzo (i cosiddetti penny auction), dei quali ad oggi risulta attivo solo www.dandybids.com.

A partire da febbraio 2012 Flamingo Invest ha invitato i consumatori, sia durante la navigazione sia attraverso mail, a partecipare a sondaggi, programmi fedeltà o operazioni a premi,informandoli della possibilità di ottenere un premio o una vincita equivalente pagando soltanto esigue spese di spedizione e registrandosi a uno dei siti Internet del professionista, per i quali l’iscrizione veniva presentata come gratuita, a cui i consumatori aderenti all’invito venivano reindirizzati.

Salvo poi non consegnare né il premio né alcuna vincita, ma inviare ai malcapitati di turno richieste di pagamento o eseguito direttamente addebiti sul conto collegato allo strumento di pagamento utilizzato per pagare i 2 euro richiesti da Flamingo per spedire il fantomatico premio.

L’Antitrust spiega come “l’espediente utilizzato dal professionista sia esclusivamente teso a far sottoscrivere ai consumatori un abbonamento oneroso a un servizio non richiesto di aste online al centesimo al fine di ottenere (attraverso periodici addebiti mensili) o sollecitare (attraverso continue e pressanti richieste) mensilmente il pagamento di una fee.

Attraverso questo articolato meccanismo di aggancio, la società ha addebitato ai consumatori contattati delle somme di denaro a titolo di corrispettivo per la sottoscrizione di un abbonamento denominato “platinum membership” al proprio servizio di aste online al centesimo o ne ha comunque sollecitato il pagamento, anche con l’aggiunta di ulteriori somme a titolo di penalità di mora.

Inoltre Flamingo ha diffuso in maniera ambigua, lacunosa e incompleta le informazioni inerenti alle caratteristiche principali e al prezzo del servizio di aste online offerto sui differenti siti Internet che gestisce (www.dandybids.com, www.wippy.com, www.bogabids.com e www.ziinga.com di cui gli ultimi 3 sono attualmente off-line), ma anche in merito al prezzo dei prodotti commercializzati attraverso le aste al centesimo che si svolgono sui siti, e al diritto di fruire della garanzia legale di conformitàIl professionista, infine, avrebbe anche ostacolato l’esercizio del diritto di recesso relativamente all’abbonamento “platinum membership” al proprio servizio di aste online, impedendo ai consumatori di avvalersi di tale diritto se non a seguito dell’avvenuto pagamento della prima fee mensile e, in ogni caso, adottando una strategia dilatoria.

Queste pratiche commerciali scorrette hanno spinto l’Antitrust ad infliggere alla società una multa di 700.000 euro.

Ultime notizie

Movimento Difesa del Cittadino – Friuli Venezia Giulia valuta in maniera estremamente negativa il tentativo da parte di Sparkasse di…

Continua a leggere

Gentilissima/o Associata/o e Simpatizzante, Ti chiediamo la Tua collaborazione per partecipare a un sondaggio promosso insieme alla Banca d’Italia. Attraverso…

Continua a leggere

Premesso che, i ns. Legali sono intervenuti nei giudizi di responsabilità promossi avanti al Tribunale di Venezia nei confronti di…

Continua a leggere
Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito