MDC FVG: I vertici dell’Istituto iberico smentiscano tale denegata previsione

Sul caso Banca Popolare di Vicenza si prospetta un aggravio del danno subito dagli azionisti: ieri, in un incontro pubblico a Udine, l’AD della banca ha detto chiaramente che “il costo del titolo è di 48 euro per azione ma l’aumento di capitale sarà fatto a valori significativamente più bassi”. Questo conferma che la svalutazione da 62,5 a 48 euro delle azioni, che è già un taglio pesante, è solo l’inizio di ulteriori perdite più ingenti. MDC FVG è attiva sul territorio regionale per raccogliere le adesioni dei Risparmiatori danneggiati !.

Il percorso di risanamento fissato dal nuovo AD – spiega il Resp.le del settore Credito ed Investimenti di MDC FVG, Agostino Atzori, prevede l’aumento di capitale da 1,5 miliardi da effettuarsi entro aprile del 2016. La nuova richiesta di capitali, dopo gli aumenti da 1,2 miliardi degli anni passati bruciati del tutto dalle perdite miliardarie, è l’asse portante per restituire solidità patrimoniale ed è, di fatto, già blindato, grazie a un accordo di garanzia con UniCredit. Sempre entro aprile 2016 è prevista la trasformazione in Spa propedeutica allo sbarco in Borsa, entro il 2016. Il problema è che proprio in questi passaggi si formalizzerà e concretizzerà una ulteriore e forte perdita sul valore delle azioni della Banca!!.

Il Presidente di MDC FVG, Raimondo G. Englaro, rimarca: A seguito di numerosi esposti giunti in Procura da parte di tanti soci, alcuni assistiti da MDC FVG, la Procura ha confermato ufficialmente di aver aperto un’inchiesta nei confronti dei precedenti vertici della Banca: l’indagine è stata affidata al Giudice Luigi Salvadori. Due le accuse principali: da un lato l’aggiotaggio perché, pur non essendo una società quotata, la banca vicentina ha dato una falsa rappresentazione del bilancio; dall’altro lato l’ostacolo alla vigilanza perché non sono stati forniti i documenti reali alle due istituzioni addette ai controlli, Consob e Banca d’Italia. Gli indagati “esponevano fatti non rispondenti al vero sulla situazione patrimoniale!!.

Le indagini per ora si sono concentrate sui crediti deteriorati non inseriti nella voce delle sofferenze e sui presunti finanziamenti concessi per l’acquisto di azioni: due condizioni che avrebbero camuffato, secondo gli inquirenti, il reale stato patrimoniale della banca!!.

R.G. Englaro ribadisce che MDC FVG è impegnata in prima linea nella battaglia e raccoglie adesioni da parte dei Risparmiatori coinvolti nella vicenda. Gli interessati possono rivolgersi direttamente alle sedi territoriali dell’associazione o richiedere via mail il modulo online disponibile per ricevere le informazioni scritte.

Ultime notizie

Campagna 5x1000
Hai un problema o hai subito un disservizio?

Segnalaci la tua problematica al telefono o tramite email, oppure scopri la sede più vicina e fissa un appuntamento.
Metteremo a tua disposizione la nostra competenza e professionalità.

Contattaci subito